Attenzione! il GreenPass non è obbligatorio!

Per rispetto della Verità dobbiamo dirlo forte e chiaro! Il greenpass non è obbligatorio!

 

Quello attualmente in atto è soltanto del puro (e becero) terrorismo mediatico. È null’altro che il tentativo di far passare per vero ciò che non lo è. È solo manipolazione di massa. Propaganda in stile nazi-fascista.

A supporto di ciò abbiamo il parere dei numerosi avvocati che ci supportano e dei canali di informazione realmente liberi.

Il parere dell’avv. Michele Pappalardo in un video/audio in esclusiva:

File Audio:⤵️

audio-2021-07-23-10-29-12.m4a

Audio-Video-da-YouTube

Le affermazioni di Andrea Colombini:

Draghi ha firmato un DPCM per il Green Pass, non un decreto legge deliberato dalle Camere.

Non è possibile istituire un obbligo di tale portata per DPCM e neanche per  decreto legge: la nostra Costituzione lo vieta!

Lo prevede solo dopo la delibera di una legge approvata dalle due camere e pubblicata sulla Gazzetta ufficiale.

E infatti, Il testo del DPCM di Draghi, per scritto non cita mai che è obbligatorio.

Ma a parole si sta facendo credere che l’obbligo ci sia e che entri in vigore dal 5 agosto.

Il green pass, quindi, non è obbligatorio, non è una legge e, allo stato attuale non ha nessun valore, come invece vogliono far credere.

Si tratta invece  dell’ennesimo esperimento sociale, perché vogliono farvi preoccupare preventivamente sul fatto che non potrete fare nulla se non lo avete.

Ovvio però che, se la gente lo accetta il suo uso verrà esteso sempre di più,  perché puntano alla “consuetudine”, dove non possono arrivare con la legge.

Il DPCM, infatti, non cita in nessuna parte in modo esplicito l’obbligo, perché violerebbe palesemente gli art. 13 e 16 della Costituzione.

Così come chiunque lo richieda e lo ponga come obbligo allo stato attuale violerebbe i due articoli della Costituzione…

(Fonte: https://t.me/andreacolombini )

 

Articolo di Maurizio Blondet:

Draghi ha firmato un DCPM per il Green Pass, NON  un decreto legge deliberato dalle Camere.

Non potrebbero farlo per decreto legge. La Costituzione lo vieta.

Il testo del DPCM non cita mai che è obbligatorio.

Leggere la Gazzetta Ufficiale per conferma – e usciamo da questo ennesimo inganno che lede altre norme costituzionali.

Il Green Pass non è obbligatorio, come riportato nel regolamento (UE) 2021/953, non è una realtà come vogliono far credere ma l’ennesimo esperimento mediatico-sociale, perché vogliono farvi preoccupare preventivamente del fatto che non possiate fare nulla se non lo avete.

Il Green Pass nemmeno esiste.

Se la gente lo accetta il suo uso verrà esteso sempre di più, (come il vaccino) perché puntano alla “consuetudine”.

In caso contrario decadrà fino a sparire, come l’app immuni.

Inoltre prevede l’utilizzo attraverso un’app sul telefonino.

Questo non è possibile per chi ha cellulari di vecchie generazione.

Il che significa che è *volontario* e non obbligatorio.

Difatti il DPCM viola gli artt. 13 e 16 della Costituzione.

E il Governo ad ogni ricorso soccomberà come per tutti i DPCM precedenti, dichiarati incostituzionali con sentenza 20/12/2020.”

(Fonte: https://www.maurizioblondet.it/attenzione-alla-truffa-mediatica-del-green-pass/ )

 

Checchè se ne possa dire, resta il fatto incontrovertibile che sono tantissimi i cittadini che non ci stanno a vedere calpestati i loro sacrosanti diritti!

Emblematica in tal senso la manifestazione spontanea di ieri sera a Torino.
Clicca qui x il VIDEO

Altre manifestazioni contro il Greenpass sono previste nei giorni a seguire. 

Questo l’elenco (in continuo aggiornamento) di quelle previste in tutta Italia, compreso a Catania, soltanto per SABATO 24 LUGLIO 2021:

ROMA: PIAZZA DEL POPOLO, 17:30

GENOVA: PIAZZA DE FERRARI, 17:30

FIRENZE:

Piazza della Signoria, 17:30 

TORINO: PIAZZA CASTELLO, 17:30

MILANO: Piazza Fontana, 17:30

NAPOLI: PIAZZA DANTE, 17:30

BOLOGNA: Piazza Maggiore, 17:30

PADOVA: Piazza Duomo, 17:30

CAGLIARI: Piazza Garibaldi, 18:00

BERGAMO: Davanti la Procura, 17:30

CATANIA: Fontana dell’Elefante, 17:30

PALERMO: Piazza Castelnuovo

 (Palchetto della Musica), 17:30

REGGIO EMILIA: Piazza della Vittoria, 17:30

BIELLA: Piazza Martiri della Libertà, 17:00

PARMA: Piazza Garibaldi, 17:30

PESCARA: Piazza della Rinascita (Piazza Salotto), 17:30

VARESE: Piazza Monte Grappa, 17:30

OSTIA : VIALE MEDITERRANEO 85, dalle 15:00 alle 20:00

Pordenone (Friuli): 

piazza XX SETTEMBRE ore 17:30

Ravenna: Piazza del popolo, 17:30

Forlì: piazzale della Vittoria, 17:30

Lodi: Piazza della Vittoria, 17:30

Como: Piazza Cavour, 17:30

Con riguardo alla manifestazione del 24 luglio a Catania riceviamo e condividiamo il comunicato di Pietro Crisafulli:

*SIGNORI GUERRIERI 🔥 ADESSO BASTA TUTTI IN PIAZZA*

È ufficiale, ed in estremis sabato 24 luglio 2021 ore 17:30, grande manifestazione a *Catania* in Piazza Duomo della Sicilia Risvegli e Vittime della strada, insieme alla Siciliana Contribuenti Anti Usura. Referente e Responsabile organizzativo per Catania: Pietro Crisafulli, papà di Mimmo di 25 anni, padre di 2 bambini ucciso a Catania il 6 marzo del 2017 la cui magistratura italiana ha insabbiato la sua morte. (https://youtu.be/0JbOtpuHjbc), coordinatore e fondatore dell’associazione *Sicilia Risvegli e vittime della strada* sede di CT.
Tutti si possono aggregare 🤝 per iniziare una grande ed importante battaglia, per il bene dei nostri figli, nipoti, è le nuove generazioni.

💪💪💪 *TUTTI UNITI* 💪💪💪
*CONTRO LA DITTATURA SANITARIA*
*CONTRO GLI OBBLIGHI VACCINALI*
*CONTRO IL PASSAPORTO SCHIAVITÙ (Green Pass)*
*CONTRO LA TRUFFA COVID*
Uniti Si Vince Sempre 💪🔥🇮🇹🤝
*Pietro Crisafulli* 🔥 🙏 🇮🇹

————————————————

Un’altra grande manifestazione è prevista a Catania per il 31 luglio 2021 pomeriggio, in Piazza Università organizzata dalla FISI,
Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali (Referente e Responsabile organizzativo per Catania
Nico Tarantino Coordinatore e fondatore dell’associazione costituente – Arca Dell’Alleanza, CT).
Questa la locandina di riferimento alla Manifestazione Nazionale promossa dalla FISI. ⤵️

Tutti i referenti di tutte le province Siciliane convergeranno su Catania.
“Inizia alla grande una importante coesione” – afferma Niko Tarantino – “che darà una grande spallata al sistema e inizierà a far crescere la Sicilia sotto ogni aspetto partendo da quello Civile, Sociale, Economico e Solidale… Uniti si vince!”
(ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO)
Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.In.), di cui fa parte anche Catania CreAttiva, che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, supportati da un team di medici e avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale.

 

 

Condividi: