2 luglio – Festa di Santa Maria delle Grazie a Catania

“Per i catanesi il 2 di luglio è un giorno molto importante, è il giorno dedicato alla loro Madonna, alla loro Madre, alla loro sorella e compagna di cammino.
Molti, quasi tutti, sciolgono il voto di ringraziamento alla Madonna delle Grazie, oppure semplicemente la vanno a trovare nella sua cappella votiva.
Chi entra in quella cappella subito se ne innamora venendo colpito dal candido e sereno sguardo della Madre di Dio che guarda i suoi devoti.


La cappella votiva, sorta da secoli, si trova in via S. Maria delle Grazie, una traversa che collega la via Garibaldi con la parallela via V. Emanuele. La Madonna viene comunemente chiamata dai catanesi “a Maronna’ Razia” di via Garibaldi.
All’interno della grande cappella si ha un’ampia stanza con un altare dove al centro si ha il veneratissimo quadro della Vergine col Bambino.
Durante il giorno di festa la cappella è sempre gremita di fedeli durante tutte le ore della giornata e tutti i catanesi si recano a portare l’omaggio alla propria Madre Maria.


Nella via adiacente alla cappella vengono allestite delle bancarelle per la vendita delle candele che i fedeli compreranno e doneranno alla Madonna facendole accendere nell’apposito lucernario posto nel retro della cappella a cui si può accedere tramite la traversa che si trova alle spalle di via S. Maria delle Grazie; inoltre ci sono anche tante bancarelle per a vendita di fiori per i fedeli che solitamente donano un omaggio floreale alla Madonna.
Durante tutto il giorno nella piccola cappella vengono celebrate le SS. Messe e da alcuni anni, la sera, si è ripristinata la processione esterna col quadro della Madonna portandolo per le vie dell’isolato, accompagnata dai fedeli tutti con candele accese, preghiere e canti e dalle donne che vestivano l’abito votivo della Madonna di colore blu.“ (Testo a cura di Vincenzo Zappalà – Fonte: isolainfesta.it)

Purtroppo quest’anno, a causa dell’emergenza Covid e delle misure restrittive messe in atto ai fini del contenimento del contagio, non potrà aver luogo la tradizionale processione. Saranno però regolarmente celebrate le Sante Messe.

Guarda qui il video della Festa del 2 luglio 2016 ⤵️


Architetto: Sciuto Patti
Anno: 1898  (costruzione intero bene)

Storia:
Ubicata nell’area dell’antica Porta di Mezzo, la cappella votiva, sita nell’omonima via sulla quale si apre attraverso una luce fra edilizia privata e botteghe, secondo tradizione sorge ove, per aver salva la vita, i catanesi, ribellatisi a Federico II nel 1232, subirono l’umiliazione di passare sotto le forche: nel sito fu tosto innalzata un’edicola alla Madonna della Grazia, che tuttavia rovinò nel 1693. L’attuale cappella venne costruita nel 1898 dall’architetto Carmelo Sciuto Patti.
Descrizione:
Facciata in marmo bianco, piana e simmetrica, contenuta fra paraste e costituita da un’ampia serliana con al centro il varco d’accesso; alta zoccolatura in marmo rosa, trabeazione con aggettante cornice dentellata che si conclude ai lati con due piccoli ma pronunziati timpani ad omega includenti teste d’angelo alate, posti in asse con le paraste. Spazio costruito ad andamento longitudinale. Pianta Aula unica con presbiterio rialzato
Facciata esterna della cappella
Interno della cappella

Condividi: