“AMTS, PIÙ SI PRIVATIZZA E PIÙ SI VIAGGIA MALE!”: la denuncia della Federazione Del Sociale USB Catania

2 agosto 2022 – Comunicato di Federazione del Sociale USB Catania

Recentemente attraverso un comunicato abbiamo definito “un vero e proprio disastro sociale la stragrande maggioranza del servizio del trasporto pubblico(?) urbano (…) con linee che saltano le corse o che allungano i tempi di partenza,​ normalmente, per mancanza di personale (…) La verità è che la pianta organica delle lavoratrici e dei lavoratori dell’AMTS è​ chiaramente sottodimensionata! (…)”.

Nello stesso comunicato abbiamo denunciato “che l’AMTS ha in cantiere un imminente aumento del costo dei biglietti” e abbiamo lanciato un appello alla mobilitazione a cui hanno aderito già tante organizzazioni sociali d politiche.

Di fronte a questa denuncia, ripresa da parecchia stampa on line locale, regionale e nazionale, la direzione dell’AMTS non ha detto nulla. Intanto, apprendiamo dal sito ufficiale della stessa che dall’8 agosto entrerà in vigore l’orario feriale ridotto, che, per alcune linee come il 534, che fa capolinea ad Aci Trezza, zona turistica, significherà trasformare i bus in ammassi di corpi umani, cosa che già accade.
In foto ciò  che accadeva sul bus linea 534 nella corsa delle ore 10,40 del 2 agosto 2022: ⤵️ 

📌LA FEDERAZIONE DEL SOCIALE USB CATANIA RAFFORZA L’APPELLO ALLA MOBILITAZIONE PERCHÉ LA DIRIGENZA DELL’AMTS  DEVE RISPETTARE CHI LAVORA NELL’AZIENDA E CHI PAGA IL BIGLIETTO PER VIAGGIARE.

ADESIONI ALL’APPELLO:
– Potere al Popolo ;
– PCL;
– Red Militant;
– Fronte Gioventù Comunista;
– Circolo Città Futura Catania;
– PMLI;
– Partito Rifondazione Comunista – Circolo Centineo – Catania;
-Associazione comunista “Olga Benario” Catania;
– Simona Suriano, deputata nazionale di ManifestA.
✍🏻elenco adesioni in aggiornamento…

Condividi:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.