AVVOCATI ULTIMA LINEA, MANUALE DI RESISTENZA E RESILIENZA CONTRO IL GREEN PASS

DA OGGI IL GREEN PASS LIMITERÀ ILLEGALMENTE LE NOSTRE LIBERTÀ – ECCO IL MANUALE DI RESISTENZA E RESILIENZA PER LE GUERRIERE E I GUERRIERI DELLA LIBERTÀ.

EccoVi il VADEMECUM GREEN PASS AGGIORNATO. ⤵️

La Legge n.87 del 17/06/2021 di conversione del D.L. n.52 del 22/04/2021 (art.8 bis – cerimonie) e il Decreto Legge n.105 del 23/07/2021 (art.3 – altre ipotesi) introducono il cosiddetto GREEN PASS, stabilendo che l’accesso a tutta una serie di attività è consentito “esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi COVID-19”.

1) Verifica innanzitutto che il locale o l’attività in cui stai per fare ingresso, rientrino in una tra quelle indicate nelle disposizioni di cui sopra.

2) Verifica se il soggetto che richiede il GREEN PASS risulti nell’elenco delle persone autorizzate secondo l’art.13 del DPCM 17/06/2021.

3) Tale Decreto NON autorizza nessuno a chiedere informazioni personali attinenti il tuo stato di salute (Vaccinazione, immunizzazione, tampone), ma consente unicamente di utilizzare la cd app VERIFICAC19, con la quale leggere il Qr Code sul certificato digitale.

Se il richiedente non è in possesso dell’app VERIFICAC19 NON può chiedere nulla.

4) Verifica se (ad eccezioni dei pubblici ufficiali) il richiedente il Green Pass sia stato delegato con atto formale ai sensi dell’art.13 DPCM 16/06/2021.

5) Informa il richiedente che, in ogni caso, il rispetto delle procedure previste dal D.L. 105 del 23/07/2021 e dal DPCM del 17/06/2021 non esime da eventuali azioni penali o civili da parte tua, posto che nella gerarchia delle fonti le norme citate sottostanno:

a) alla Costituzione italiana (articoli 3, 13, 16, 32 );

b) alla normativa ed ai regolamenti europei:

– b 1) La Risoluzione 2361/2021 del Consiglio d’Europa vieta agli Stati membri di rendere obbligatoria, anche indirettamente, la vaccinazione, stabilendo altresì che nessuno a livello politico, sociale o in altra forma può fare pressioni perché le persone si vaccinino se non lo scelgono autonomamente;

– b 2) L’art. 36 del Regolamento (UE) 953/2021 del 14/06/2021 dispone che: “è necessario evitare la discriminazione diretta o indiretta di persone che non sono vaccinate, per esempio per motivi medici, perché non rientrano nel gruppo di destinatari per cui il vaccino anti COVID-19 è attualmente somministrato o consentito, come i bambini, o perché non hanno ancora avuto l’opportunità di essere vaccinate o hanno scelto di non essere vaccinate ).

Pertanto il possesso di un certificato di vaccinazione, o di un certificato di vaccinazione che attesti l’uso di uno specifico vaccino anti COVID-19, non è una pre-condizione per l’esercizio del diritto di libera circolazione o per l’utilizzo di servizi di trasporto passeggeri transfrontalieri quali linee aeree, treni, pullman, traghetti o qualsiasi altro mezzo di trasporto. Inoltre, il presente regolamento non può essere interpretato nel senso che istituisce un diritto o un obbligo ad essere vaccinati.

– Ciò è confermato dallo stesso D.L. 105/2021 che stabilisce all’art. 4, comma 2, lettera e), punto 2, che “Le disposizioni dei commi da 1 a 8 continuano ad applicarsi ove compatibili con i regolamenti (UE) 2021/953 e 2021/954 del Parlamento europeo e del Consiglio del 14 giugno 2021” (sopra citati).

6) Invita il richiedente a desistere dalla sua richiesta ed a DISAPPLICARE la normativa interna sul GREEN PASS, sotto ordinata e dunque soccombente rispetto a quella comunitaria, pena l’esposizione ad azioni legali con richiesta di risarcimento danni.

AVVOCATI ULTIMA LINEA

legal@italexit.it

Condividi:
9 commenti
  1. Albert 2021
    Albert 2021 dice:

    @Eur lex,
    Vai a studiare, anziché volere parlare di legge, che non conosci, e a citare a sproposito l’articoletto di wikipedia. a) Il regolamento UE è immediatamente recepito nel nostro ordinamento, ai sensi dell’art. 117 Costituzione, quindi quel regolamento è già legge del nostro ordinamento; b) è ovvio che se la normativa del green pass istituisce i tamponi A PAGAMENTO, quella è discriminazione evidente, poiché il vaccino invece è gratuito. Quindi si tratta di DISCRIMINAZIONE INDIRETTA, come peraltro riconosciuto anche dal governo: tengono i tamponi a pagamento (ed impediscono quello salivare che è meno invasivo) perchè vogliono COSTRINGERE la gente a vaccinarsi, anche se quelli non sono vaccini, hanno innumerevoli effetti avversi, e peraltro non proteggono nemmeno dal virus, dopo 1 anno ci sono molti più infezioni, ricoveri e morti. Quindi va a studiare,anzichè diffondere la tua ignoranza.

  2. EUR-lex
    EUR-lex dice:

    b 1) La Risoluzione 2361/2021 del Consiglio d’Europa vieta agli Stati membri

    Falso, il consiglio d’Europa non ha potere di vietare o imporre leggi agli Stati membri. https://en.m.wikipedia.org/wiki/Council_of_Europe#:~:text=The%20Council%20of%20Europe%20cannot,European%20Convention%20on%20Human%20Rights.

    – b 2) L’art. 36 del Regolamento (UE) 953/2021 del 14/06/2021 dispone che: “è necessario evitare la discriminazione diretta o indiretta di persone che non sono vaccinate

    Vero, ma questo non significa non poter discriminare tra chi ha il pass e chi no: il pass si ottiene anche con altri mezzi che non siano il vaccino (guarigione o tampone negativo), e il senso della norma è proprio di non discriminare chi ha il vaccino da chi ha il pass ma non il vaccino. A riguardo è utile citare l’articolo 20 dello stesso regolamento:

    Il rilascio di certificati a norma del presente regolamento non dovrebbe dar luogo a una discriminazione sulla base del possesso di una categoria specifica di certificato

    Quindi qual è il problema?

  3. Claudio Rao
    Claudio Rao dice:

    Buongiorno. C’è qualche iniziativa volta a tutelare i docenti dall’esibizione del green pass a settembre? Grazie.

  4. Claudio Rao
    Claudio Rao dice:

    Buongiorno. C’è qualche iniziativa volta a tutelare i docenti dall’esibizione del green pass a settembre? Grazie.

  5. Donatella
    Donatella dice:

    Buongiorno,io sono una collaboratrice scolastica il primo di settembre romperanno le scatole ,come di fa’?????si risolve o no stò problema

  6. laura
    laura dice:

    sono una insegnante della scuola dell’ infanzia del comune di Roma, vorrei sapere come devo comportarmi dal momento che non ho il green pass e non voglio vaccinarmi ed il primo settembre devo stare in servizio. mi licenziano? mi tolgono lo stipendio?

  7. Giovanni
    Giovanni dice:

    Spett.li Avvocati,
    Come regolarsi se mi reco presso un centro vaccinale pretendendo la somministrazione di un vaccino senza, però, voler formare la manleva?

I commenti sono chiusi.