Belpasso (Ct): simposio internazionale di scultura – Eco di Sicilia

Durerà fino al 3 ottobre a Belpasso, nel catanese, l’ottavo simposio internazionale in programma nella cava dei fratelli Grasso. Dal vivo gli scultori cercheranno di far emergere un’immagine che, come diceva Michelangelo Buonarroti, “è già dentro il blocco di marmo”.

La kermesse artistica è co-organizzata dal comune di Belpasso in collaborazione con l’accademia di belle arti di Catania, la fondazione Bufali, la proloco di Belpasso, con il patrocinio del parco dell’Etna. Si tratta di un’estemporanea durante la quale curiosi e appassionati potranno ammirare le cinque sculture prendere forma nel corso delle giornate.

Saranno dunque cinque gli artisti, due greci, un olandese, un romeno e un italiano che, attenendosi ai temi scelti dal partenariato organizzativo, faranno fiorire delle eccezionali sculture in pietra lavica dall’estro delle loro mani. Sculture che daranno ulteriore lustro al brand “Belpasso città delle 100 sculture”.

L’Etna, tra mito e leggenda, rimane un tema fisso della manifestazione, a cui, di anno in anno, se ne aggiungono altri. Il 2021 non poteva che suggerire il tema della pandemia e il giusto tributo a Nino Martoglio, illustre scrittore di Belpasso, nel’anno del centenario della sua morte.

Il via simbolico ai lavori è stato dato dal sindaco di Belpasso, Daniele Motta e dal direttore dell’accademia di belle arti di Catania, Vincenzo Tromba, in occasione dell’inaugurazione del 18 settembre alle 10.30 nella cava. Presente anche il vice sindaco con delega alla cultura, Tony Di Mauro che ha seguito da vicino tutte le fasi organizzative della manifestazione.

‏(Fonte: www.ecodisicilia.com)

Condividi:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *