Catania brucia! “Non vi lasceremo soli”, Il messaggio del sindaco Pogliese.

[Nota di redazione:

Ci scusiamo con i nostri lettori, ma l’ampio e dettagliato reportage pubblicato ieri (articolo pubblicato alle 17.22 e aggiornato di continuo con immagini, video, testimonianze, ecc.) riguardo agli incendi sviluppatisi su Catania, è andato inspiegabilmente perso…

Non possiamo sapere con certezza se quanto avvenutoci sia da imputare ad un intervento doloso o semplicemente al “caso”… Abbiamo provveduto intanto, e comunque per sicurezza, a cambiare le password di accesso al nostro sito.
Essendo andato tutto perso il grande lavoro fatto ieri, ci troviamo dunque costretti a limitare il presente articolo esclusivamente all’ultimo aggiornamento fatto, consistente nel comunicato, rilasciato ieri sera intorno alle ore 00.30, dal Sindaco di Catania Salvo Pogliese in merito ai fatti accaduti.
Ci scusiamo ancora per il disagio...]
——————————————-

Ultimo aggiornamento: 31 luglio, ore 08.00

Il messaggio del Sindaco Pogliese

Una tragedia immane sta colpendo da ore Catania e il suo hinterland, con incendi devastanti che hanno costretto molti cittadini ad abbandonare le proprie abitazioni, oltre ad aver raso al suolo un lido alla playa. 
Sto seguendo in prima persona le operazioni relative alla messa in sicurezza di alcune aree del territorio e ho disposto l’apertura del Palazzetto di Piazza Spedini per accogliere, temporaneamente e in attesa di una soluzione più idonea, gli sfollati che hanno abbandonato, per sicurezza, le proprie abitazioni. Tanti altri non vogliono allontanarsi dalla zona per non lasciare incustoditi i propri averi. Ci sono anche diversi turisti, colti di sorpresa all’interno di strutture ricettive. 
La Protezione Civile comunale, anche grazie ai tanti volontari, sta lavorando senza sosta da ore, con la regia della Prefettura e i turni massacranti dei nostri valorosi Vigili del Fuoco. 
Un grazie di cuore, anche alla Guardia di Finanza e alla Guardia Costiera, che dal mare hanno salvato più di 200 persone intrappolate nei Villaggi del litorale, con le fiamme alle spalle, e alla Marina militare che è intervenuta con i suoi elicotteri.
Domattina sarò di nuovo nei luoghi di questa tragedia, anche per disporre ulteriori interventi di messa in sicurezza preventiva, visto che le temperature saranno altissime nei prossimi giorni e i venti rischiano di amplificare ogni focolaio. 
La Città si stringe intorno ai catanesi che hanno rischiato di perdere la casa e a chi ha visto andare in fumo il frutto di anni di lavoro e sacrifici.
Siamo con voi e non vi lasceremo soli.
(Salvo Pogliese)

⚠️ Ricordiamo ai nostri lettori che, in caso di incendio, occorre chiamare il numero unico per le emergenze: il 112. Ciò in virtù del fatto che, come segnalano gli stessi vigili del fuoco, vengono effettuate richieste di intervento sui numeri telefonici ordinari delle sedi sul territorio, anche al centro di formazione di via San Giuseppe la Rena a Catania. In questi ultimi casi non è possibile fare richieste di intervento o perché il personale operativo potrebbe essere fuori e quindi già impegnato o perché non si tratta di una sede operativo. Per cui, per evitare di perdere tempo prezioso, si raccomanda di chiamare il 112 che smisterà la richiesta alla sede più vicina e operativa.

Condividi: