CATANIA. CUB E USB HANNO CHIESTO AL “PROVVEDITORATO” DI CONOSCERE I DATI REALI SULL’ ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO ETNEA

1 febbraio 2022 – di Redazione

CUB Sur ed USB Pi Scuola hanno svolto stamattina, presso la sede dell’ Ambito Territoriale/USR (ex Provveditorato) di Catania, in via Mascagni 56, un presidio contro Pcto/ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO, le misure del governo che affossano la Scuola Pubblica ed il Diritto all’ Istruzione ed al Lavoro.

Tanti gli interventi al microfono, aperti dalla professoressa Claudia Urzì, responsabile provinciale USB PI Scuola.
Hanno fatto seguito gli interventi di Francesco Tomasello, responsabile provinciale di CUB Sur, di studenti medi e di rappresentati di movimenti e partiti della sinistra di classe.

Di seguito il video dell’intervento della professoressa Claudia Urzì, responsabile provinciale USB PI Scuola Catania ⤵️

Una delegazione di CUB e USB, ricevuta dai responsabili del “provveditorato”, ha avviato l’iter per un’ azione di monitoraggio,  per conoscere i dati reali, tra sprechi ed efficacia, dell’ azione formativa.

Oltre che all’ Ambito Territoriale, CUB e USB avvieranno lo stesso iter anche alle Scuole, ai Centri di Formazione Professionali ed all’Ispettorato del Lavoro; perché “le studentesse e gli studenti non sono clienti delle imprese che offrono servizi“.

Il 10 febbraio, fa sapere USB, si terrà un altro presidio davanti al “provveditorato”, quest’ultimo indetto dal movimento​ NO MUOS contro la militarizzazione della scuola pubblica in Sicilia.

 

Condividi: