Catania, Cultura: tre grandi mostre nel segno della contemporaneità organizzate con la fondazione Oelle


(di Redazione)

Dall’antologica di fotografie inedite di Gabriele Basilico alla prima retrospettiva in Italia di Michael Christopher Brown, simbolo del fotoreportage contemporaneo, fino ad “Adorando sant’Agata on the road”, il grande progetto di archivio vivente della memoria.

E’ stata illustrata nella sala giunta di Palazzo degli Elefanti la programmazione espositiva di Catania 2021-22 della Fondazione OELLE Mediterraneo Antico co-organizzata con il Comune e con la Città metropolitana di Catania nelle sedi museali del Castello Ursino, della Galleria d’Arte moderna e delle Ciminiere per il periodo compreso tra il 18 settembre 2021 e il 30 aprile 2022.

Erano presenti il sindaco Salvo Pogliese e l’assessore alla Cultura Barbara Mirabella, la presidente della Fondazione OELLE Mediterraneo Antico, Ornella Laneri, con il direttore Carmelo Nicosia, il curatore della mostra “Michael Christopher Brown-IReporter”, Ezio Costanzo.

Tre mostre di altissimo livello in siti di grande prestigio faranno di Catania nei prossimi mesi un faro dell’arte contemporanea– ha detto il sindaco PoglieseQuesta straordinaria iniziativa è un ulteriore tassello del mosaico molto più articolato che testimonia l’importanza del lavoro sinergico tra le fondazioni, le realtà associative, le istituzioni. Ringrazio la fondazione Oelle perché dimostra anche in questa occasione di avere a cuore la nostra città contribuendo a renderla ancora più attrattiva con un’operazione culturale dedicata a mostri sacri della fotografia e uno speciale omaggio artistico alla nostra patrona Sant’Agata”.

Queste mostre di caratura internazionale – ha sottolineato l’assessore Mirabellaci permettono di connotare la città nel segno della contemporaneità e di traghettare sempre di più la nostra galleria d’arte moderna verso la galleria d’arte contemporanea che abbiamo in mente, colmando un vuoto in un settore che presenta invece a Catania molta richiesta. Ringrazio la fondazione Oelle che ha dimostrato vicinanza ad un comune in dissesto con iniziative di qualità condividendo la progettualità di un percorso culturale che non si è fermato neppure con la pandemia”.

Il primo appuntamento – ha preannunciato l’assessore, – è per il 17 settembre al Castello Ursino con l’anteprima stampa della mostra di Basilico, alla presenza della moglie, che oggi porta avanti il ricordo e la grande missione del fotografo internazionale”.

Essere ‘diffusamente’ presenti in alcune tra le sedi museali istituzionali più prestigiose della città con un’offerta espositiva eterogenea di respiro internazionale e, allo stesso tempo, legata dal fil rouge del mezzo fotografico – ha dichiarato Ornella Lanerici rende orgogliosi e certi che queste proposte culturali potranno contribuire all’allungamento di una stagione turistica nata sotto i migliori auspici, con un’attenzione sia alla comunità locale che all’internazionalizzazione del territorio”.

Sui particolari delle mostre si sono soffermati Carmelo Nicosia e Ezio Costanzo.

Foto SudStyle

Al Castello Ursino la grande mostra di fotografie inedite “Territori Intermedi” del maestro internazionale Gabriele Basilico, a cura di Filippo Maggia, sul tema del paesaggio e sulla mappatura socio antropologica dei territori attraverso lo strumento fotografico, tema caro alla missione culturale della Fondazione OELLE Mediterraneo Antico, che ha contribuito ad avviare su scala nazionale un affascinante progetto espositivo del Maestro milanese, prematuramente scomparso. (Per approfondimenti vedi: https://www.themammothreflex.com/grandi-fotografi/2021/08/18/gabriele-basilico-territori-intermedi-mostra-catania/)

Il fotoreporter Michael Christopher Brown espone alla galleria d’arte moderna delle Ciminiere una selezione a cura di Ezio Costanzo di immagini struggenti e tormentate che raccontano un mondo violento e contemporaneo, con gli occhi di un giovane poeta dei nostri tempi.

Una schermata globale che farà da trampolino a una residenza condivisa da giovani fotografi, che vedrà il talento americano già Magnum Photos, concentrare il suo sguardo sulla Sicilia.

Adorando Agata on the Road” alla GAM di Catania, è un dono alla comunità catanese, alla città, un atto di devozione condivisa, attraverso gli strumenti della cultura che anche quest’anno la fondazione OELLE intende realizzare.
Un progetto etico, da un’idea di Ornella Laneri per promuovere un archivio denso di contributi artistici, fotografici, video e poetici legati al culto della santa. (Per approfondimenti vedi: https://www.sicilymag.it/agenda/agata-on-the-road-le-arti-visive-al-servizio-della-devozione)

Questo il CALENDARIO DELLE MOSTRE, disponibile con approfondimenti sul sito fondazioneoelle.com:

👉Gabriele Basilico-Territori intermedi
La grande mostra delle fotografie inedite a cura di Filippo Maggia

Museo Civico “Castello Ursino”, Catania

dal 18 settembre 2021 al 6 gennaio 2022

👉Michael Christopher Brown – IReporter
La prima mostra italiana dedicata a uno dei più importanti fotoreporter internazionali

a cura di Ezio Costanzo

Galleria d’Arte Moderna – Le Ciminiere, Catania

dal 9 ottobre 2021 al 30 aprile

👉ADORANDO AGATA ON THE ROAD
da un’idea di Ornella Laneri

Fondazione OELLE Mediterraneo Antico

GAM, Catania

dal 1° febbraio al 12 marzo 2022

(Fonte: Ufficio Stampa Comune di Catania)

 

Condividi:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *