Catania incanta l’Italia con Bellini: stasera su Rai 2 (VIDEO)

6 novembre 2021 – di Redazione

Oggi, sabato 6 novembre, in seconda serata alle ore 22.40, Rai2 e Rai Cultura, in collaborazione con la Regione Siciliana e il Comune di Catania, celebrano i 220 anni dalla nascita di Vincenzo Bellini con una puntata del programma “Italia all’opera”  dedicata a  “Catania e il Teatro Massimo Vincenzo Bellini”.

Ecco il filmato “promo” realizzato da Italia all’opera sulla città del grande musicista: CLICCA QUI ⤵️
Italia all’Opera: Catania e il Teatro Massimo Bellini


L’affascinante itinerario sarà affidato all’attore Alessio Boni, che ci condurrà  alla scoperta della città e dei luoghi simbolo legati alla vita del musicista.

Un’occasione per comprendere fino in fondo la parabola umana e artistica di Vincenzo Bellini e scoprire le sue origini etnee di cui l’artista fece sempre un vanto e soprattutto uno stile. Il racconto alterna le bellezze architettoniche e naturali di Catania alle principali pagine di “Norma”, tra i più  celebrati capolavori del Cigno catanese.

Per l’occasione verrà  utilizzata una selezione dell’edizione allestita dal Teatro Massimo Bellini il 23 settembre 2021, 186esimo anniversario della morte del genius loci e trasmessa in diretta su Rai5.

Sul podio il direttore d’orchestra Fabrizio Maria Carminati, regia e scene di Davide Livermoore, protagonista Marina Rebeka. 

Un allestimento prestigioso, fiore all’occhiello della prima edizione del festival “Tributo a Vincenzo Bellini”, che la Regione Siciliana e l’Assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo hanno promosso e organizzato dal 14 luglio al 6 ottobre, con stelle del firmamento musicale quali Riccardo Muti e Plácido Domingo. 

“Italia all’Opera” è  un programma di Giovanna Ciorciolini e Stefania Bove  con la regia di Fabio Vannini. Un viaggio nella cultura, nella musica e nella bellezza delle città italiane, attraverso alcuni dei più importanti teatri d’opera italiani. 

Condividi:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *