Catania, Teatro, LO SPETTACOLO ‘SCARPE ROTTE – UNA STORIA D’AMORE E RESISTENZA’ VA IN SCENA NELLO SPAZIO ARTISTICO DEL ROOTS

02 novembre 2022 – Redazione

Venerdì 4 novembre e sabato 5 novembre, alle ore 20,30, nello spazio artistico Roots, in via Borrello, 73 a Catania, andrà in scena lo spettacolo ‘Scarpe RotteUna storia d’amore e di Resistenza, seconda rappresentazione teatrale all’interno della rassegna ‘Rigenerazioni’, prodotto dal Centro Teatro dei Navigli di Abbiategrasso, provincia di Milano, con la regia di Simone Mastrotisi.


In scena due attori,
Simona Lisco e Simone Mastrotisi, che interpretano e raccontano le storie di Ines e Vittorio, Carlo e Tina, giovani che, non ancora ventenni, dopo l’8 settembre 1945 si trovano a compiere imprese straordinarie nel tentativo di opporsi al nazifascismo.
Un nuovo modo di raccontare la Resistenza attraverso gli occhi dell’amore.
È un inno alla giovinezza, allastraordinaria capacità dei ragazzi e delle ragazze di riscattarsi spinti dall’unica forza che realmente muove le cose: l’amore.

Scarpe rotte è uno spaccato di vita reale composto da vicende realmente accadute, una storia di una bellezza e profondità tali da trovarsi catapultati indietro nel tempo senza quasi accorgersene.
In questo orologio
temporale, la radio gioca un ruolo fondamentale, diventando un terzo personaggio che dialoga con gli attori.

La spinta che li muove, come dice Ines, sono le farfalle nella pancia, motore di vita e fonte di ribellione che rende i giovani audaci e desiderosi di lottare per un mondo migliore, dove uomini e donne non solo possano essere liberi, ma anche pari nei diritti politici, sociali e civili. Ines e Tina diventeranno staffette, uscendo così per la prima volta dalla dimensione familiare dove sono relegate per il semplice fatto di essere donne; Vittorio e Carlo prenderanno la strada dei monti.

Insieme collaboreranno nella disperata ricerca della propria e altrui libertà. Ognuno, a suo modo, uscirà diverso alla fine del racconto, più consapevole, adulto e responsabile.

 


Antonella Caldarella
e  Steve Cable cercano di dare al pubblico  una rosa di spettacoli che spaziano dal comico, alla prosa impegnata, al teatro denuncia, dando la possibilità agli abbonati di usufruire di un laboratorio gratuito con gli attori sabato 5, alle ore 16,30 per confrontarsi con loro e apprendere nuove tecniche.

Abbiamo scelto questo spettacolo perché è importante trasmettere alle nuove generazioni i valori e gli ideali che ci hanno insegnato coloro che, con grande sacrificio, sono stati protagonisti della Resistenza. Attraverso il linguaggio teatrale si può far rivivere quel periodo con gli occhi di giovani pieni di speranza, aperti alla vita. È la produzione del Centro dei Navigli di Milano è riuscita nell’intento di far rivivere un periodo tanto complesso in maniera nuova, da una diversa prospettiva”.

Condividi:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *