Catania, teatro – VENERDI’ AL ROOTS LO SPETTACOLO ‘CAMMINANDO SOTTO IL FILO’ – CABARET MARIONETTISTICO PER UN PUBBLICO DI TUTTE LE ETA’

8 novembre 2022 – Redazione

Venerdì 11 novembre, alle ore 20,30 nello spazio artistico Roots, in via Borrello, 73 a Catania  andrà in scena lo spettacolo di cabaret marionettistico ‘Camminando sotto il filo’ di e con Nadia Imperio, della compagnia di Sassari ‘La botte e il cilindro’.

Antonella Caldarella e Steve Cable hanno voluto questo spettacolo all’interno della Rassegna ‘Rigenerazioni’ perché desiderano far assaporare al loro pubblico tutte le forme teatrali e desiderano far vivere il loro spazio artistico a tutti, dagli adulti ai più piccoli. “Il nostro spazio artistico” – dichiarano Antonella e Steve – “è un luogo di condivisione per le famiglie per godere delle varie forme di teatro” 

“CAMMINANDO SOTTO IL FILO”

In un teatro in miniatura, Nora, inventrice della prima sit-down comedy del mondo (nonchè della serie spinoff sul web “NOTFLIX, il primo NOTWORK del mondo”), ci conduce con ironia e verve attraverso i piccoli atti unici di cui si compone lo spettacolo.

I personaggi sono impazienti di esibirsi e entrano in scena in modo inaspettato; a volte sono già davanti allo spettatore, ma quasi invisibili… Ciascuno di loro ha qualcosa da dire, ed un modo del tutto personale di stare sulla scena: la maliziosa Miss Embrasse, le mute Janas, Oscar con le sue evoluzioni e la delicata Lilit.

Il solista di un quartetto a tenores tenta invano di esibirsi; misteriose gambe si esercitano nel salto e qualcuno arriva di corsa, forse in ritardo, per l’annuale migrazione verso i paesi caldi.

Tutto è tenuto insieme proprio dallarguta e spiritosa Nora, che, complice anche il suo libro dal quale vengono fuori le storie più originali, dialoga con il suo pubblico attraverso gesti, canzoni, battute e interazioni che ne fanno un personaggio accattivante e imprevedibile.

Lo spettacolo, animato a vista, viene proposto con delle piccole varianti a seconda del pubblico presente, ed è concepito per essere fruito sia da adulti che da bambini, con diversi livelli di partecipazione.

La musica è parte integrante degli atti unici di cui si compone lo spettacolo, fatto soprattutto di gesta, movimento e ritmo, elementi che contribuiscono a suscitare nello spettatore emozione, riflessione o divertimento.

Uno degli intenti dell’autrice è proprio quello di condividere con il pubblico il piacere nello scoprire le grandi potenzialità di movimento della marionetta a filo, affascinante e misconosciuto mezzo espressivo nellambito del teatro di figura, così vicino all’essere umano da far quasi dimenticare che nasce da un pezzo di legno.

Questo spettacolo, che ha come ambientazione proprio un teatro, è stato portato in giro per il mondo, partecipando ad importanti festival e rassegne in Europa, Asia, America Latina, ricevendo numerosi riconoscimenti e premi.

PREMI RICEVUTI:

– PREMIO SPECIALE per “la soluzione tecnica ed estetica delle marionette” all’International festival for Children Lutfest, Sarajevo, Bosnia

– PREMIO per “aver costruito all’interno del mondo delle marionette a filo un proprio linguaggio estetico fresco e moderno, che permette ai suoi personaggi di esprimersi in maniera poetica attraverso il gesto. Rilegge in chiave moderna miti e suggestioni della sua terra d’origine, la Sardegna”, rassegna Ai bravi burattinai d’Italia, Silvano d’Orba.

PREMIO per “le capacità attoriali” all’International Puppet Festival di Podgorica, Montenegro.

PREMIO “per le soluzioni tecnico-estetiche delle figure” all’International Puppet Festival di Podgorica, Montenegro

 

 

Condividi:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *