CLAMORE PER IL MANIFESTO “CERCASI SCHIAVO” DELL’USB ETNEA. – Le reazioni degli imprenditori del comparto.

➖Imprenditori: “Un manifesto criminalizzante. Non siamo schiavisti ”
➖USB: “Nessuna criminalizzazione, ma ci sono sacche di lavoro nero che sono schiavismo”.

14 maggio 2022 – Redazione

I manifesti con cui stamattina si è​ svegliata tappezzata Catania, – (leggi la notizia QUI) – manifesti con cui la locale Federazione del Sociale USB ha inteso attirare l’attenzione per denunciare le condizioni di lavoro precario delle lavoratrici​ e dei lavoratori stagionali del settore turistico, hanno suscitato non poco clamore.

Le reazioni dell’imprenditoria turistica

Fra gli addetti ai lavori del comparto turistico si sono alzate voci che considerano “i manifesti una gratuita criminalizzazione nei confronti di imprenditori che non hanno mai schiavizzato nessuno e che mai lo faranno”. Altri, hanno colto l’occasione per continuare a ribadire la loro contrarietà al Reddito di Cittadinanza, considerato “un danno per le attività imprenditoriali e per la stessa occupazione”.

La replica di Orazio Vasta, USB Catania

Su queste considerazioni abbiamo sentito Orazio Vasta, referente locale della Federazione del Sociale USB.  

Nel VIDEO la sua replica ⤵️

Condividi: