Collina di Vampolieri (Ct), ancora fiamme dolose. ASIA USB: “Non parliamo di piromani, c’è ben altro!”

Domati due roghi che lambivano le abitazioni: salvato un vivaio

8 luglio 2022 – Redazione

Erano quasi le ore 14 quando stamane, in due diversi punti della collina di Vampolieri, nel territorio di Aci Catena, venivano appiccate le fiamme. Sul posto si portavano i Vigili del fuoco, con un’autobotte e un mezzo combinato, con la loro squadra boschiva.

Intanto, tantissime erano le chiamate che pervenivano anche alla Sala Operativa della Forestale di Catania da parte di abitanti impauriti dalle fiamme e dal suo avanzare su via dei Ciclopi da una parte e su via Vampolieri da un’altra. Sul posto giungeva anche una pattuglia del Distaccamento Forestale di Catania.

Dopo i primi interventi, a seguito di una rapida perlustrazione e visto che il fuoco era su aree ormai non a rischio per l’incolumità dei residenti, Vigili del fuoco, Forestale e  una squadra della Protezione civile di un’ associazione di volontariato hanno deciso di  fare fronte comune per salvare un vivaio lambito dalle fiamme. Sul posto anche la Polizia locale di Acicatena.

La nota di ASIA USB Catania

Sull’ennesimo incendio che ha colpito la collina di Vampolieri interviene con una nota ASIA, l’Associazione Inquilini e Abitanti dell’USB: “Non parliamo di piromani, c’è ben altro dietro questi incendi! Il fuoco, in Sicilia, non colpisce solo le aree verdi e agricole, colpisce anche le aree come la collina di Vampolieri, in questo caso area abitata. Chi c’è dietro questi incendi dolosi? Che interessi si celano? E’ quello che dovrebbero appurare gli inquirenti. In ogni caso, siamo davanti a una vicenda inquietante che, puntualmente, ogni anno, si ripresenta fra la fine di giugno e la fine di agosto. Fiamme che non hanno divorato case e gli abitanti grazie solo all’intervento, spesso ai limiti dell’impossibile, dei Vigili del fuoco e del Corpo forestale, lavoratrici e lavoratori che operano in condizioni sempre più critiche, con carenza di organici e di mezzi”.

Condividi:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.