Comunicato del Movimento “Generazione Basta Già”

 

Comunicato stampa:

Non prendiamo lezioncine da nessuno dei nostri amici, “Indipendentisti/Autonomisti” e soprattutto dagli “ascari” che si prendono gioco del puro ideale di liberazione della Sicilia, confondendoci per estremisti e volendo identificarci come sovversivi e terroristi. Non prendiamo lezioni di etica politica, coerenza e moralità da nessuno, non abbiamo verginità politica ma è altrettanto vero che non l’abbiamo venduta al miglior offerente.

Noi siamo stanchi di Ascarismo e sotterfugi vergognosi.

L’essere propensi al dialogo, e maggiormente all’ascolto, non ha significato in alcun modo aver dato credito a qualcuno o a qualche organizzazione politica, tale da sentirsi convinto di tirare dalla giacchetta gli INDIPENDENTISTI Sociali Siciliani di “#GenerazioneBastaGià”.

Avremmo tanto desiderato che la stessa intensità e veemenza, con le quali siamo stati attaccati, l’avessero usata per i tagli di circa 150 milioni di euro perpetrati dal governo della Regione alle nostre città.

Oppure che con la stessa forza, avessero difeso la città dallo scempio che si vorrebbe compiere, trasformando la nostra discarica nell’immondezzaio di tutta la Sicilia. Avremmo desiderato la stessa determinazione nel controbattere alle dichiarazioni sul porto, puntualmente disattese, da parte di un assessore regionale che vive di annunci e proclami. E perché no, ci saremmo aspettati con estrema forza un divieto assoluto alla privatizzazione dei nostri aeroporti…Avremmo voluto la stessa fermezza, nel difendere le provincie siciliane, da una gestione della pandemia con evidenti limiti da parte dell’Asp. Avremmo preferito, che si evitassero di spalmare MINKIATE, già i morti sono stati sufficienti… Avrebbero potuto entrare nel merito politico delle legittime critiche espresse, invece di lasciarsi andare ad una serie di attacchi personali, che con la politica non hanno proprio nulla a che fare…

Ne prendiamo atto…

Alla luce dei fatti accaduti il 29 maggio a Pergusa, abbiamo compreso chi fosse o meno scevro di responsabilità e chi volesse o meno, giocare con 2 mazzi di carte e chi invece libero da ogni fraintendimento volesse a fronte aperta mostrare gli attributi, non per il proprio misero interesse, ma per la propria terra.

Se Giuda Iscariota vendette Gesù per 30 denari, qualcuno di remota coscienza ne avrebbe venduti 30 di Gesù al prezzo di un denaro… poi sappiamo tutti come finì la storia, sempre su un’albero… comunque decisamente più onorevole del tradimento… ma non ci soffermiamo alla religione quanto all’analisi politica, ben più categorica del semplice perdono cristiano, di cattolica matrice.

Qui dopo settantasei lunghissimi anni, la nostra isola, non perdona più. Oggi il tempo dei dialoghi è giunto al termine.

Qui o si fa la storia o la si tradisce per l’ennesima volta…

La generazione è cambiata, fatevene una ragione, ed i giochetti neocolonialisti, di pesciolini a servizio della madre patria italiota, venuti ed intervenuti nella nostra sfera, ne sono passati abbastanza, forse troppi e chissà ancora quanti e quante dobbiamo sopportarne… di Crispina memoria, ci ricorda qualcuno, che proprio come un pesciolino, (non troviamo migliore similitudine), dalle viscide squame, serpeggia e sguiscia, silenzioso tra la sfera autonomista, definendosi moderato, quasi estraneo ai fatti, sollecitando e sviluppando alleanze a dir poco vergognose, definite all’ultimo minuto, tra traballanti ex cinque stelline, ormai completamente cadenti, alla disperata ricerca di un voto di protesta, tanto per legittimare il proprio volere al servizio del nulla, se non del proprio portafogli, e legittimazioni varie attraverso l’adesione della sigla più storica dell’indipendentismo … e tra matrimoni, speriamo di alcun interesse, e coalizioni saltellanti tra destra e sinistra, si siglano patti come fossero carta igienica… pensando che i detentori autonomisti preferiscono un “Colonello” filo governativo, anti autonomista, anzi a dir poco, e a detta sua, per la cancellazione di suddetta Carta Costituzionale. Un pò come andare a rubare a casa del ladro… appoggiando la candidatura di un filo-annessionista convinto, arrivista ed anti autonomista… per capirci meglio prestare la nostra carta di credito al ladro di turno…

Ci domandiamo: Ci fate ? O ci siete????

Ancora non ci diamo risposta…

Per non parlare di chi, invece di vendere cara la propria pelle e dimostrare VALORE e ONORE, attributi sconosciuti nei palazzi dorati ma esistenti in alcuni degli indomiti INDIPENDENTISTI, sigla accordi nelle ventiquattro ore, quasi come servirsi al supermercato di turno, prendi 3 paghi 2, risultato… “NON PIGGHI NENTI…”semplicemente lo stesso medesimo “ORRORE “ che si perpetra da 76 anni ad oggi.

Quasi come se la storia non insegnasse…

Fatevene una ragione!

Qualcuno di aberrante coerenza, sproloquiava, offendendo con un comunicato di fantomatica pseudo organizzazione da salotto, sbraitando dalla propria poltrona di casa, di non immischiarsi col ‘pollaio indipendentista’, addirittura definendolo “circo”, e condividendo il proprio insulto con la donatrice di brodaglie per sterili libri, con una dichiarazione dei redditi di pari a 71 mila euro… Speriamo sia vero (sigh!) e lasciamo perdere il resto… Stendiamo un velo pietosissimo su organizzazioni fantasma radicate nel mondo… ancora attendiamo la realtà.. ma forse è meglio vivere nel sogno.

Se il popolo non c’è, è perché fino ad oggi non si è mostrato un vero e proprio interesse ad unire… e comunque meglio il pollaio che la volpe… a chi ha orecchie per intendere intenda…

Ed è questo che ci preoccupa, l’essersi scollati dalla realtà, quasi a sentirsi in capacità di scrivere leggi, ed essere in subordine solo a se stessi.. ci meraviglia, il “marchese del Grillo”, poiché ad insulti e mescolanze ‘inciuciose’, pare ce ne siano parecchie nella lunga carriera del puro per eccellenza. Meglio fermarci qua…

Ma tutto questo guazzabuglio… come mai?

Per una “ballerina” quasi definita innocua…

Allora ci viene da pensare che il nostro portavoce, definito spregevolmente tale, poi tanto sciocchino, pare non sia… Ma viene messo sui carboni ardenti, per una “pare” violenta intervista* al “governatore” sull’inattuabilità della carta costituzionale Siciliana. Da colui che, casualità, si accorge di suddetta intervista giusto appunto il giorno prima dell’assemblea di Pergusa, e giusto appunto siglando accordi per depistare la volontà sicilianista, proprio perché il “ragazzino” pare sappia giocare a poker con i baroni del potere… magari ballando sul tavolo, ma pur sempre capace di bluffare l’avversario di turno… però che casualità tutto così velocemente …

Una ballerina che si trasforma in capo politico, da “bazzaghiuna” a gelataio, da montato quasi quasi a “gladiatore” la differenza ci pare poca…

Attenzione però, nessuno scambi «il tanto buono che c’è con il poco marcio che sappiamo riconoscere». A chi, da sponde opposte, ha mosso critiche, definendoci “pulviscolo estremista”… rispondiamo cortesemente, di non essere pacifisti di giorno e di notte quelli che nascondono armi… se pur non avendo i vostri lauti stipendi, avremo il nostro ONORE intatto. Le analisi semplicistiche e ancor di più quelle “dolose”, alla fine convergono nel tentativo di «indebolire il filo che lega tante migliaia di persone», al sicilianismo quello VERO e non quello venduto all’elettoralismo scaduto.

Povero pesciolino… sappiamo quanto sia piacevole nuotare nell’acquario paludoso del palazzo dorato, tra destra e sinistra, saltellando a più non posso… ma questa volta devi impegnarti di più… poiché il giochino non ti è riuscito, e sebbene tutti gli uomini hanno un prezzo, il nostro è molto alto… e lo decide la nostra UNICA PATRIA, si chiama SICILIA! e di sconti non ne farà per nessuno… E tu stai nell’indipendentismo/Autonomismo come NOI stiamo nell’italidiotismo… ci spiace per coloro che facilmente hai comperato ad un prezzo davvero basso… ma oggi la generazione è cambiata…

E presto o tardi da quel posto lì, in cui risiedi saldamente, ti rovesceremo…

È solo una promessa…

Dunque Antudo, a tutti voi…

Ma il tempo degli onori sta per finire…

Indipendenza o Morte!

#GenerazioneBastaGiá

*Qui il link all’intervista su YouTube: https://youtu.be/75PulJurdhk

*Qui il link all’intervista in audio-podcast: https://www.spreaker.com/episode/45021777

Condividi: