Covid, Bassetti: “Finita l’emergenza sanitaria necessaria ‘amnistia’ per i no vax” – Bolognetti: “Amnistia? E quale sarebbe il crimine?”

04 Febbraio 2022 – Redazione Co.Te.L.I.

Il Green Pass, secondo Bassetti, «va superato una volta che non sarà più rinnovato lo stato d’emergenza»

«Come in ogni guerra, una volta esaurita a marzo l’emergenza, in questo caso sanitaria, credo sia necessaria una sorta di amnistia per i non vaccinati»: è quanto ha affermato Matteo Bassetti, direttore della clinica di Malattie Infettive San Martino di Genova, in un’intervista a La Nazione-Carlino-Giorno, riporta Meteoweb.eu.

«Quello che è stato è stato». «Non ha più senso protrarre misure come il Green Pass che sono nate per favorire la vaccinazione e non per comprimere la vita delle persone».
«Tra due mesi ci avvicineremo ulteriormente al 95% di popolazione over 12 vaccinata, senza contare che, da qui alla primavera prossima, l’infezione se la piglieranno anche coloro che ancora si ostinano a rifiutare la profilassi. Saranno immunizzati anche loro», ha proseguito l’infettivologo. «A quel punto il Green Pass avrà esaurito la sua funzione, continuare a chiederlo per entrare nei negozi o per prendere un caffè rischierebbe solo di far chiudere il Paese», nell’ottica «del fallimento delle attività commerciali».

Il Green Pass, secondo Bassetti, «va superato una volta che non sarà più rinnovato lo stato d’emergenza». «Tanto a quel punto resteranno solo un due milioni circa di italiani 50 enni non protetti con la vaccinazione, è una cifra che ci possiamo permettere». «Stiamo poi anche parlando di una fascia d’età che generalmente non sviluppa una malattia grave».

Il prossimo autunno? «Questo virus non se ne andrà, resterà con noi. I casi positivi ci saranno, ma l’infezione diverrà del tutto endemica e non più emergenza», secondo Bassetti. «Di fronte a un quadro clinico di polmonite bilaterale torneremo a fare diagnosi differenziale. Non penseremo subito e solo al Covid».

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
Ok. Prendendo atto di quanto detto da Bassetti, è concordando con lui nella sostanza di quanto affermato, non si può però fare a meno di notare un ‘piccolo’ particolare: la parola “amnistia” riferita ai c.d. “no-vax”…

A tal proposito riportiamo le parole del giornalista e segretario di Radicali Lucani, Maurizio Bolognetti.

Bolognetti: ‘Amnistia’? E quale sarebbe il ‘crimine’?

Premesso che non sono ‘no-vax’ e che questi non sono vaccini, vorrei chiedere a questo genio quale sarebbe il crimine.

L’unico crimine che è stato commesso in questa storia si chiama “vigile attesa”. Spero che chi di dovere prima o poi ne risponda in tribunale.

Qui ci vuole una moratoria: basta con le cazzate delle virostar!

(Maurizio Bolognetti)

 

______________________

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia MC Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di professionisti (insegnanti, economisti, medici, avvocati, ecc.) formatosi con l’unico intento di collaborare per la difesa della libertà di espressione (art. 21 della Costituzione Italiana e art. 11 della Carta dei Diritti fondamentali dell’Unione Europea) e per la ricerca e condivisione della verità sui principali argomenti e fatti di rilevanza sia locale che globale]

Puoi leggere anche su Mercurius5 ⤵️

CLICCA SUL LINK👇👇👇👇👇 COVID, BASSETTI: “FINITA L’EMERGENZA SANITARIA, NECESSARIA AMNISTIA PER I NO VAX. BASTA RESTRIZIONI. A RISCHIO L’ECONOMIA”👇👇👇👇👇

Condividi: