‘Il Re è nudo’: Il fallimento dei 5 stelle e don Luigi Sturzo.

2 agosto 2022 – Redazione

Il movimento di Grillo ha catturato, negli anni scorsi, il malcontento degli elettori, promettendo il cambiamento della politica, a partire dalla legalità ed il giustizialismo.

Apriremo le istituzioni come delle scatolette di tonno!” tuonava il comico genovese…

Adesso vediamo che metà delle sue truppe di parlamentari sono confluite, per mantenere la poltrona, nel nuovo partito di Gigino ‘a cartelletta, come lo chiama Beppe Grillo.

Perché tutto ciò è accaduto? Semplice, la maggior parte dei parlamentari pentastellati erano neo laureati senza esperienza  lavorativa (gigino bibitaro) e con nessuna esperienza amministrativa e di gestione della cosa pubblica.

Inoltre, come don Luigi Sturzo ci ha insegnato, un politico deve avere un livello di morale alto. Senza moralità, senza i principi di correttezza ed onestà, un politico fa la fine degli zombi infettati dalla corruzione e dal denaro.

Bisogna scegliere i candidati non per appartenenza o altri criteri più o meno scrinteriati, ma semplicemente con il criterio dell’alta moralità, onestà e della preparazione amministrativa e burocratica.

Basta mandare gente qualsiasi, ma bisogna mandare gente preparata e con alto profilo etico e morale.

Gente capace di non farsi corrompere e che con perseveranza tenga la barra dritta verso il servizio al popolo.

Fonte: Il Re è Nudo (🔗 https://t.me/ilreenudonotiziarioindipendente Redattore Dott. Fabio D’Angelo
Gruppo pubblico Facebook: https://www.facebook.com/groups/413520167081843/?ref=share/ )

Condividi:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.