In Colombia donne commosse ed esultanti festeggiano (!) per la legalizzazione dell’aborto fino al sesto mese…

23 febbraio 2022 – di Monica Tomasello

Quando ho visto questo video non volevo credere ai miei occhi… Donne che festeggiano l’acquisito diritto (?) ad uccidere la loro stessa carne…

Li per lì non avevo capito; la mia mente evidentemente non riusciva a comprendere, ma soprattutto il mio cuore non riusciva ad accettare, come si potesse gioire così per l’ottenuta impunità di poter uccidere il proprio figlio… Fino al sesto mese i gravidanza poi!

Allora, a questo punto, perché non chiedere di poterlo ammazzare al primo vagito? Fatemi capire… Dove starebbe la differenza? Solo nel fatto che non lo vedete? Cos’è? Occhio non vede, cuore non duole? Siate coerenti fino in fondo almeno!

A seguire il video (fonte: tpi Instagram) e la notizia:

La Colombia ha depenalizzato l’aborto. La Corte costituzionale colombiana ha approvato l’interruzione volontaria di gravidanza entro le prime 24 settimane dall’inizio della gestazione. Si tratta di una decisione storica per il Paese sudamericano, visto che in Colombia l’aborto era consentito alle donne solo in alcune circostanze, come lo stupro o il pericolo di vita della madre. Le donne colombiane adesso cantano vittoria: saranno libere di decidere di interrompere la propria gravidanza.

 

 

Che Dio vi perdoni… Io no, non ce la faccio…

 

 

 

 

Lettura consigliata: ⤵️

https://www.provitaefamiglia.it/blog/10-buoni-motivi-per-dire-no-allaborto

 

 

Condividi: