‘Incubo di Halloween’: i testimoni raccontano il mortale schiacciamento nella folla di Seoul. – ‘Halloween nightmare’: Witnesses recount deadly Seoul crowd crush

30 ottobre 2022 – Redazione – (a cura di Monica Tomasello)

Secondo quanto riportato da www.aljazeera.com, uno dei principali siti di notizie coreani, la maggior parte delle vittime nella fuga precipitosa nel distretto di Itaewon di Seoul erano donne e giovani sulla ventina. … La polizia ha confermato che dozzine di persone sono state sottoposte a rianimazione cardiopolmonare (RCP) per le strade, mentre altre sono state portate negli ospedali vicini. (Fonte: QUI)

IL RACCONTO DEI TESTIMONI

Survivors describe people ‘falling like dominoes’ and being trapped in a crush of bodies in a disaster that killed at least 151 people.

I sopravvissuti descrivono le persone “che cadono come un domino” e sono intrappolate in una ammasso di corpi schiacciati in un disastro che ha ucciso almeno 151 persone.

It was not immediately clear what led the crowd to surge into the narrow sloped alley near the Hamilton Hotel, a major party spot in Seoul.

Non è stato immediatamente chiaro cosa abbia spinto la folla a precipitarsi nello stretto vicolo in pendenza vicino all’Hamilton Hotel, un importante luogo di feste a Seoul.

Fire officials and witnesses said the crush happened when those at the top of the sloped street fell, sending people below them toppling over others.

I vigili del fuoco e testimoni hanno detto che lo schiacciamento è avvenuto quando quelli in cima alla strada in pendenza sono caduti, facendo cadere le persone sotto di loro sugli altri.

“People kept pushing down into a downhill club alley, resulting in other people screaming and falling down like dominos,” one survivor was quoted as saying by the Yonhap news agency. “I thought I would be crushed to death too as people kept pushing without realising there were people falling down at the start.”

“La gente continuava a spingersi in un vicolo di un club in discesa, provocando altre persone che urlavano e cadevano come domino”, ha detto un sopravvissuto dall’agenzia di stampa Yonhap. “Pensavo che sarei stato schiacciato a morte anche io perché le persone continuavano a spingere senza rendersi conto che c’erano persone che cadevano all’inizio”.

Another survivor, a young man in his 20s identified as Kim, described the scene as a “Halloween nightmare” and said he also saw people falling.
“I heard voices calling for help, and I saw people who couldn’t breathe,” Kim told the Hankyoreh news papere, adding that he was trapped in the crowd for about an hour and a half before he was rescued. “My legs are numb,” he said.

Un altro sopravvissuto, un giovane sulla ventina identificato come Kim, ha descritto la scena come un “incubo di Halloween” e ha detto di aver visto anche delle persone cadere.
“Ho sentito voci che chiedevano aiuto e ho visto persone che non riuscivano a respirare”, ha detto Kim al quotidiano Hankyoreh, aggiungendo di essere rimasto intrappolato tra la folla per circa un’ora e mezza prima di essere salvato. “Ho le gambe intorpidite”, ha detto.

The Korea Joong Ang Daily newspaper said most of those who were killed were found near the northwest corner of the Hamilton Hotel. One witness told the newspaper he made it out via a small side street near the hotel before the crush turned deadly. “It was people fighting to leave and people fighting to get in,” he said.

Il quotidiano Korea Joong Ang Daily ha detto che la maggior parte di coloro che sono stati uccisi sono stati trovati vicino all’angolo nord-ovest dell’Hamilton Hotel. Un testimone ha detto al giornale di essere uscito da una stradina laterale vicino all’hotel prima che la compressione della folla diventasse mortale. “Erano persone che lottavano per andarsene e persone che lottavano per entrare”, ha detto.

Another survivor in his 20s said he avoided being trampled by managing to get into a bar whose door was open in the alley, Yonhap reported, while another said she managed to make it out alive because she was standing off to the side.

Un altro sopravvissuto sulla ventina ha detto di aver evitato di essere calpestato riuscendo a entrare in un bar la cui porta era aperta nel vicolo, ha riferito Yonhap, mentre un altro ha detto che è riuscita a uscirne viva perché era in disparte.

The woman, surnamed Park, told Yonhap: “[I] could survive as I was located on the sideline of the alley. It looks like people in the middle suffered the most.”

La donna, soprannominata Park, ha detto a Yonhap: “[Io] sono riuscita a sopravvivere dato che mi trovavo a margine del vicolo. Sembra che le persone nel mezzo abbiano sofferto di più”.

One victim’s mother, surnamed Ahn, told Yonhap that she had heard that her daughter had been under a pile of people for more than an hour.

La madre di una vittima, di nome Ahn, ha detto a Yonhap di aver sentito dire che sua figlia era rimasta sotto un mucchio di persone per più di un’ora.

“Her boyfriend called me around midnight, crying, saying she was dead, that she’d been under a pile of people for over an hour and that he’d tried to pull her out but couldn’t,” Ahn told Yonhap. “I rushed here after getting his call but haven’t received confirmation.”

“Il suo ragazzo mi ha chiamato verso mezzanotte, piangendo, dicendo che era morta, che era stata sotto un mucchio di persone per più di un’ora e che aveva cercato di tirarla fuori ma non ci era riuscito”, ha detto Ahn a Yonhap. “Sono corsa qui dopo aver ricevuto la sua chiamata, ma non ho ricevuto conferma”.

The sheer number of victims quickly overwhelmed paramedics called to the scene, according to emergency workers.

L’enorme numero di vittime ha rapidamente sopraffatto i paramedici chiamati sul posto, secondo i soccorritori. (Fonte: QUI )

Oltre 2.600 segnalazioni di persone che ancora mancano all’appello

Le autorità sudcoreane hanno fatto sapere che, a mezzogiorno ora locale (al momento sono le 15:00), hanno ricevuto oltre 2.600 segnalazioni di persone che ancora mancano all’appello e per le quali si teme il peggio.

Condividi:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *