L’AUTOGOL DI RIOTTA -”IN TERAPIA INTENSIVA LE NONNE VACCINATE”- LA COMUNICAZIONE DI REGIME È IN CORTOCIRCUITO E…BUGIA DOPO BUGIA…SI FINISCE PER DIRE LA VERITÀ

10 Novembre 2021 – di Redazione Co.Te.Li

CARI LETTORI, I BOOMERANG DI BUGIE, LANCIATI NELL’ETERE DALL’INIZIO DI QUESTA COVID STORY, STANNO TORNANDO AL MITTENTE, E, QUALCUNO È GIÀ STATO COLPITO DALLA POTENZA DISTRUTTIVA DI CUI SONO CAPACI. INVITO A LEGGERE L’ARTICOLO PER COMPRENDERE! E COME SCRISSE AGATHA CHRISTIE NELLA SUA OPERA PIÙ FAMOSA “DIECI PICCOLI INDIANI”, ATTENDIAMO CHE AL PIÙ PRESTO QUESTI DISSACRATORI DELLA VITA UMANA, SPARISCANO IN LUOGHI LONTANI O NELLE MINIERE DEL CONGO PER POTER DIRE “E NON NE RIMASE NESSUNO”

(Fonte: Il Paragone) – Il tweet di Gianni Riotta è fantastico. Un clamoroso autogol che rischia di diventare il simbolo perfetto del cortocircuito governativo. Scrive Gianni Riotta sulla “quarta ondata” Covid: “Bambini figli di no vax a scuola contagiano i compagni che poi a loro volta mandano in terapia intensiva le nonne fragili e per fortuna vaccinate. È una dolorosa storia di cari amici e mi chiedo: fin quando tollereremo questi pericolosi intolleranti?”. Tralasciando la prima parte, vergognosa, in cui attacca direttamente i bambini, nella seconda parte del tweet sostanzialmente ammette che a finire in terapia intensiva sono le persone vaccinate.

Bambini “cattivi”!

Adesso sulla bocca di tutti ci sono i bambini “no vax”, sono loro i nuovi untori da convertire, se proprio non si riesce a convertire quei genitori brutti e cattivi che non tengono alla salute pubblica e a quella dei loro figli. Secondo i massoni del nostro governo, sono i bambini i colpevoli di mandare in quarantena i compagni di classe e all’altro mondo i nonni.

Clamoroso autogol di Riotta, nel tweet ammette: “In terapia intensiva le nonne vaccinate”.

SCRIVE NICOLA PORRO:
PRIMO: “dipende dall’età dei pargoli in questione (sotto i 12 anni, per ora, tutti i bambini sono “no vax”), ma poco cambia essere figli di Puzzer o eredi di fieri sostenitori del generale Figliuolo. I vaccini, come noto, non proteggono al 100% dall’infezione dunque anche il figlio di un vaccinista convinto come Fauci potrebbe trasmettere il virus”.

SECONDO : “Se il siero serve per evitare la malattia grave e, in subordine, il decesso dei “più fragili”, che colpa ne hanno i pericolosissimi poppanti figli di “no vax” se l’infezione ha bucato la protezione del siero dei compagni (vaccinati?) che a loro volta hanno portato il virus a casa, mandando in terapia intensiva i nonni? Ci sarà anche un po’ di sfiga, in questa storia. Se poi quegli anziani signori erano protetti da Pfizer o Moderna, c’è poco da star sereni nel dire che “per fortuna” erano vaccinati. Perché il siero magari se lo erano fatto inoculare proprio per evitare di finire intubati e per poter vedere i nipotini senza preoccuparsi delle conseguenze. Se non ha funzionato, il problema è un altro”.

Bisognerebbe poi far leggere a Riotta quel che afferma Francesco Vaia. 👇

Secondo Vaia, direttore dello Spallanzani di Roma, “sottoporre alla campagna vaccinale i bimbi non ha senso”. Se i bambini sono sani, Vaia non vede la “necessità di vaccinarli”. E i motivi sono tre:
Uno: qualsiasi farmaco può dare effetti collaterali “e questi vanno evitati quando non è indispensabile”.
Due: “Si dice che i piccoli si contagiano e contagiano anche gli altri, ma analizzando i dati non si può dire che al momento la loro incidenza sul propagarsi del virus sia forte”.
Tre: “La solidarietà sociale da chi ha meno di 12 anni rasenta l’ideologia e il fanatismo. Il vaccino non va fatto ai bambini per impedirgli di contagiare gli adulti, ma solo se sono fragili di loro”. “Non ha senso, – ragiona Vaia – vaccinarli per proteggere gli anziani”.

E l’autogol di Riotta resterà negli annali.

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su Mercurius5 ⤵️

CLICCA SUL LINK👇👇👇👇👇 L’AUTOGOL DI RIOTTA -”IN TERAPIA INTENSIVA LE NONNE VACCINATE”- LA COMUNICAZIONE DI REGIME È IN CORTOCIRCUITO E…BUGIA DOPO BUGIA…SI FINISCE PER DIRE LA VERITÀ👇👇👇👇👇

 

Condividi: