MESSINA: VERGOGNOSA CAMPAGNA DI ODIO DEL COMMISSARIO PER L’EMERGENZA COVID. E scoppia la bufera sui social…

12 Dicembre 2021 -Redazione Co.Te.L

“A NATALE NON ENTRIAMO NELLE CASE DEI NON VACCINATI”.

È questo il testo, che definire vergognoso è dir poco, che è apparso su alcuni cartelloni pubblicitari affissi a Messina e in provincia sui quali è sorto un giallo. L’odioso messaggio sui manifesti porterebbe la firma dell’”Ufficio del commissario per l’emergenza Covid-19, campagna vaccinazione 2021”. Ma in realtà, contrariamente a quanto era trapelato, vista la scritta sull’immagine che ritrae una famiglia in festa durante il periodo di Natale, il commissario per il Covid a Messina, Alberto Firenze, smentisce che sia una sua iniziativa per incrementare le prime dosi di vaccino: “Non ho nulla da rispondere perché non li abbiamo stampati o pubblicati noi”.

Ad attaccare Firenze sono stati, tra i tanti, anche i deputati regionali del Movimento Cinque Stelle Antonio De Luca e Valentina Zafarana: “I manifesti fatti affiggere dal commissario Covid di Messina Alberto Firenze in cui si invita a non entrare nelle case dei non vaccinati nel periodo di Natale sono inaccettabili e ci indignano profondamente. Chiediamo all’assessore regionale Razza di intervenire e rimuovere immediatamente il commissario straordinario da lui stesso nominato per gestire l’emergenza Covid, che ancora una volta dimostra di non essere la persona adatta a svolgere un ruolo così delicato ed importante in una fase storica drammatica come quella che stiamo vivendo”.

Attesi gli scarsi risultati della campagna vaccinale in tutta la provincia di Messina, tra le ultime in Italia per numero di vaccini effettuati, – puntano ancora il dito De Luca e Zafarana – in questi mesi il commissario Firenze ha promosso iniziative a dir poco bislacche. In estate tentò di promuovere la vaccinazione con l’iniziativa dell’offerta gratuita di birra ai giovani negli hub vaccinali, per fortuna fermata sul nascere, lanciando un messaggio assai poco educativo. Adesso, con il Natale alle porte, fa appendere questi manifesti a dir poco vergognosi, utili solo a sprecare denaro pubblico e a creare tensioni sociali e ingiustificate discriminazioni.Non è certo aizzando i cittadini gli uni contro gli altri che si può promuovere la campagna vaccinale.

ARRIVERÀ IL GIORNO IN CUI VI ARRESTERANNO, SPORCHI NAZI/FASCISTI!!!TUTTI CIÒ È UNO SCHIFO PURO!!!

Intanto, sui social è partita la “bufera” contro la vergognosa iniziativa. Ne riportiamo alcune… che pensiamo possano valere per tutte: ⤵️

 

 

(di Marco Spada) A MESSINA LA DISCRIMINAZIONE PROSEGUE IMPERANTE: QUALCUNO FERMI IL COMMISSARIO FIRENZE

Messina si riconferma la capitale delle discriminazioni. In nessun’altra città d’Italia si sono accumulate così tante idee malsane e controverse in materia di contrasto alla situazione vigente. Ricordate quell’inchiesta sul Conservatore che mise in luce il tentativo del commissario Firenze di sbattere nella gattabuia della zona rossa i comuni con una bassa percentuale di inoculazioni? Ciò era stato ordito in totale antitesi rispetto al nuovo diktat del ministro Speranza, il quale avea sottolineato l’importanza del numero delle ospedalizzazioni per determinare il colore di una regione.

(https://il-conservatore.it/2021/10/05/la-piovra-del-ricatto-vaccinale-estende-i-suoi-tentacoli-su-messina/)

Proprio ieri, nel bel mezzo del periodo natalizio, il commissario Firenze ne ha ordita un’altra delle sue. Non contento del terremoto sociale che la sua precedente mossa avrebbe potuto scatenare, la quale è stata fortunatamente archiviata, Firenze si è reso protagonista di una vera e propria campagna d’odio nei confronti di chi ha deciso di non sottoporsi alla sperimentazione. Tramite un cartellone pubblicitario ha deciso di portare avanti il seguente messaggio:

“A NATALE NON ENTRIAMO NELLE CASE DEI NON VACCINATI”

La pericolosità del messaggio non ha eguali nella storia recente. Il commissario sta promuovendo un vero e proprio apartheid di tipo sanitario. Il suo atteggiamento inverecondo e irrazionale deve essere fermato. Qual è la tesi scientifica che evidenzia un pericolo reale per i benedetti se dovessero entrare in contatto con alcuni non benedetti? Semplice: non esiste.
Queste mosse ignominiose vengono perpetrate per dividere sempre di più la popolazione, per soggiogarla e per costringerla con le cattive – da vero e proprio regime – a sottoporsi ad una sperimentazione.

Se il presidente Musumeci c’è ancora, batta un colpo. Oppure siamo già entrati nel periodo elettorale, dunque ogni nostro tentativo è diventato vano? (Marco Spada)

 

 

_______________________

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su Mercurius5 ⤵️

CLICCA SUL LINK👇👇👇👇👇 MESSINA: LA VERGOGNOSA CAMPAGNA DI ODIO DEL COMMISSARIO PER L’EMERGENZA COVID👇👇👇👇👇

Condividi: