«Non voglio vaccinarmi»: sospeso Roberto Rampino, il presidente di Federfarma Gorizia

14 novembre 2021 – di Redazione Co.Te.L.I.

C’è anche il presidente provinciale di Federfarma Gorizia, Alberto Rampino, tra i 30 farmacisti a cui è stato notificato il provvedimento in Friuli Venezia Giulia.

Si professa «agnostico», rigettando l’etichetta no vax, ma la decisione di non vaccinarsi gli è costata la sospensione. Ora ha lasciato la sua farmacia, a San Canzian, nelle mani del figlio e di altri tre collaboratori e se n’è andato nell’assolata Grecia.

Per ora Rampino resta comunque il presidente provinciale di Federfarma e ha comunicato che non intende fare ricorso.

La posizione quella di Rampino trova spiegazione nella mancanza di risposte. Il farmacista, infatti, ha più volte espresso la sua poca convinzione nei vaccini e nella loro funzionalità. Ha chiesto alla stessa azienda sanitaria dei dettagli, che però non gli sono stati forniti. Da qui la sua decisione di non vaccinarsi in quanto non in possesso degli elementi essenziali per decidere in piena consapevolezza.

Come ha commentato M. Bolognetti, giornalista e segretario di Radicali Lucani, al suo 9 giorno di sciopero della fame:

“Cogito Ergo… DUBITO”

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su Mercurius5 ⤵️

CLICCA SUL LINK👇👇👇👇👇 “NON MI VACCINO”. SOSPESO IL PRESIDENTE DI FEDERFARMA GORIZIA ALBERTO RAMPINO. SEMPRE PIÙ NUMEROSI MEDICI E SANITARI CONTRARI ALLA VACCINAZIONE. UNA FORZA IN CRESCITA

Condividi: