Nubifragio su Stromboli, acqua e fango invadono strade e case. – Le responsabilità di uno Stato perennemente assente…

Dopo l’incendio che l’ha devastata a maggio, scatenato sul set della fiction RAI dal titolo “Protezione civile” (e che adesso suona ironicamente beffardo…), Stromboli è stata lasciata sola… vittima dell’incuria dello Stato. Tutti scomparsi, tutti jndifferenti…

12 agosto 2022 – Redazione – (a cura di Monica Tomasello)

Un violento nubifragio ha colpito stanotte l’isola di Stromboli, nelle Eolie. In alcuni punti dell’isola il terreno ha ceduto e in altri detriti e ceneri sono venuti giù dalla montagna, la quale, priva di vegetazione dopo l’incendio del 25 maggio, non ha retto alla violenta pioggia ed acqua e fango hanno invaso il centro abitato, allagando case e negozi. In alcune stradelle la fanghiglia ha superato il metro di altezza.

Numerosi cittadini sono stati evacuati, mentre volontari della protezione civile e vigili del fuoco stanno ancora lavorando senza sosta per liberare abitazioni e strade dal fango.

Monta intanto la rabbia fra gli abitanti dell’isola, che puntano il dito contro la mancata messa in sicurezza della montagna dopo che l’incendio di tre mesi fa, durante le riprese della fiction con Ambra Angiolini, aveva distrutto la vegetazione e messo in pericolo la stabilità del terreno.

E’ successo tutto in pochi minuti. Un nubifragio che si è abbattuto su Stromboli che ha creato disagi agli abitanti. In poche ore è venuto giù il fango e tutti i detriti dopo l’incendio scoppiato nei mesi scorsi mentre facevano le riprese per la fiction ‘Protezione civile’. Ci sono case completamente allagate, attività commerciali ferme e gente bloccata in casa dal fango“, la denuncia all’Adnkronos di Gianluca Giuffrè, abitante di Ginostra. “Purtroppo da maggio non si è fatto nulla e questi sono i risultati“, conclude.

Arrivati i vigili del fuoco da Lipari per aiutare abitanti e turisti bloccati. (Fonte/‏Source: www.adnkronos.com)

 

 

 

 

 

 

Condividi:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.